visite

informativa resa ai sensi dell'art. 13 del Codice pagina: http://www.shinystat.com/it/informativa_privacy_generale_free.html il visitatore potrà negare il proprio consenso all'installazione dei cookie di ShinyStat modificando opportunamente le impostazioni del proprio browser o cliccando sull'apposito link per attivare l'opt-out: http://www.shinystat.com/it/opt-out_free.html.

martedì 28 marzo 2017

Monza e Lissone, il Parco del Grugnotorto diventa più grande.

Biciclettata di festa 
per l’ampliamento del parco.


I Verdi di Paderno Dugnano esprimono la loro soddisfazione per l’allargamento del Parco del Grugnotorto ai comuni di Monza e di Lissone.



La costituzione del parco locale di interesse sovracomunale è stato l’obbiettivo che i Verdi di Paderno Dugnano si erano posti con la presentazione alle elezioni comunali del 1990 (Verdi Arcobaleno). Con i Verdi dei comuni limitrofi si sono mobilitati per questo obiettivo, raggiunto quando, con le elezioni comunali del 1995, i Verdi sono entrati nella Giunta comunale della nostra città.

Ci sono voluti 13 anni di sensibilizzazione, iniziative nel territorio e nelle istituzioni locali, e infine di pratiche burocratiche, perché il progetto degli ambientalisti fosse formalmente riconosciuto, nel 1999, dalla Regione Lombardia. 

Nel 2004 anche Cinisello Balsamo si è aggiunto agli altri cinque comuni del Parco del Grugnotorto-Villoresi: Paderno Dugnano, Cusano Milanino, Muggiò, Nova Milanese e Varedo.

Da quel settembre del 1986 in cui la Legambiente di Varedo pubblicò la proposta di realizzare il Parco del Grugnotorto con l’intento di salvaguardare dal cemento e dall’asfalto il poco verde significativo rimasto in questa zona altamente edificata, il percorso è stato lungo e difficoltoso, ma alla fine ha vinto la cocciutaggine degli ambientalisti con il consenso e l’aiuto di molti cittadini.

Un percorso che a partire dal 1990 ha visto le prime battaglie dei Verdi nel Consiglio Comunale di Paderno Dugnano, e che poi, con la nuova Giunta del 1995, nominato Assessore all’Ambiente il verde Damiano Ricci, fu tracciata in modo decisivo la via verso l’attuazione di questo progetto con l’aiuto del Circolo locale di Legambiente, costituito a Paderno Dugnano nel 1989 e che ha scelto di chiamarsi Grugnotorto proprio perché nato con l’obiettivo del parco.

La proposta nata nel 1986 pose come base un progetto che coinvolgeva i Comuni di Varedo, Nova Milanese e Paderno Dugnano attorno al Viale Bagatti, al Canale Villoresi e all’allora costituendo Parco del Lago Nord di Incirano, in un secondo momento si è allargata anche alle aree verdi, ancora libere dalla cementificazione, dei comuni di Cusano Milanino, Muggiò, Cinisello Balsamo e poi anche di Bovisio Masciago e Desio.

sabato 25 marzo 2017

Conferenza programmatica dei VERDI italiani

Il futuro sostenibile

Roma, Sabato 25 e Domenica 26 MARZO



Segui la diretta audio video su facebook
Sabato 25 marzo dalle 11 alle 19 
Domenica 26 marzo dalle 10.30 alle 14.30
#OpenSpace2017

Stati Uniti d'Europa ADESSO !

Un’Europa libera, democratica, fraterna, ecologica, giusta.


Anche i Verdi europei oggi sono a Roma, con una delegazione multicolore che, con i Verdi italiani, parteciperà a molte delle iniziative in campo, dalla Marcia federalista a quella dei movimenti associativi “La Nostra Europa” e anche a dibattiti con altri partiti pro-Europa, europei e italiani, in qualche caso lontani dalle nostre idee, ma uniti in quella che deve essere comunque una festa, perché questi 60 anni, con tutti i loro limiti, sono da celebrare.

 




A meno che Trump decida di schiacciare il bottone nucleare prima, abbiamo un po’ più di due anni per “occupare” l’Europa. E’ arrivato il momento di essere precisi quando si vuole discutere di “un’altra Europa”.
Sono da escludere scorciatoie illusorie come l’uscita dall’euro che causerebbe conflitti economici e politici tra i membri dell’Unione Europea senza alcuna possibilità di arginarli.

L’Unione Europea della finanza e delle banche e l’europeismo istituzionale, delle politiche “austere”, hanno raffreddato il sogno. Ma non si battono i cambiamenti climatici, non ci si assicura la fine di elusione ed evasione fiscale, non si gestisce il flusso di chi fugge da guerra e povertà, non si costruiscono società aperte ma sicure, insomma non si realizzano obiettivi “rivoluzionari” rinchiudendosi ognuno nei propri confini.

Questo è il momento di battersi per l’unione politica dell’Europa che vorremmo libera, democratica, ecologica, fraterna, aperta e socialmente giusta in contrapposizione ai leader e ai partiti europei di destra fomentatori di divisione nazionalistica, odio e paura.




giovedì 23 marzo 2017

MICROCREDITO - Bilanci familiari e stili di vita.

Sperimentare nuovi modi
di aiuto allo “Stato Sociale”. 

Il  “Gruppo di Risparmio Solidale di Paderno Dugnano”, collegato alla finanza mutualistica solidale di MAG2, è in attività da 17 anni.

Il “Gruppo di Risparmio Solidale di Paderno Dugnano” ora vuole allargare le adesioni e per questo invita a partecipare agli incontri di venerdì 24 e venerdì 31 marzo dalle ore 18 alle 21,30 a Paderno Dugnano, presso la Cooperativa Due Punti a Capo, Via Ugo la Malfa 5B.


Per informazioni: 02 669 6355 (orari d’ufficio)





lunedì 13 marzo 2017

Il tema del “FINE VITA” in un FILM e un DIBATTITO

Paderno Dugnano,

TESTAMENTO BIOLOGICO
terzo incontro


La lista civica “Insieme per Cambiare”, torna a proporre una riflessione sul fine vita a sostegno della proposta dell’istituzione del Registro Comunale sul “Testamento Biologico”.

Il film documentario “La natura delle cose” tratta del percorso terminale di un ammalato di SLA, il protagonista del film, che vive come un’astronauta in missione, in esplorazione dei limiti dell’umano, con la passione di chi ama la vita ma sa di doverla lasciare a breve. 

Con gli occhi, il solo organo mobile, il protagonista batte in “eyetracking” le lettere sul computer, una a una per raccontare la sua storia: «Mi chiamo Angelo Santagostino e ho due figli, Sara e Matteo. Sono loro i facilitatori della mia esistenza. Puoi capirlo?».

Al dibattito che seguirà parteciperà la figlia Sara, insieme alla regista e allo psicologo palliativista che ha seguito l’ammalato.



Il film è stato presentato fuori concorso al Festival del Film di Locarno dell’agosto 2016. 
Il trailer del film e visibile si You Tube.

Con questa iniziativa, la lista civica “Insieme per cambiare” vuole sostenere la sua proposta di istituire il Registro comunale per il testamento biologico, tramite una Mozione, presentata dal consigliere Giovanni Giuranna, che sarà sottoposta prossimamente al voto del Consiglio Comunale.

Il primo incontro pubblico su questo tema si è svolto il 30 ottobre 2014 con la presenza, tra gli altri, di Beppino Englaro, padre di Eluana.

Il secondo incontro pubblico si è svolto il 15 gennaio 2015.

mercoledì 8 marzo 2017

Sabato 11 marzo a PADERNO DUGNANO continua la “Giornata Internazionale della Donna”.

Al Circolo ARCI Amicizia e Solidarietà di Palazzolo Milanese alle ore 20,30

Un recital di donne recitato e cantato 




Un 8 MARZO 2017 di LOTTA con grande MOBILITAZIONE e PARTECIPAZIONE

8 MARZO di lotta: Sciopero Internazionale delle Donne con manifestazioni, in fucsia e nero di "Non una di meno”, in tutto il mondo contro la misoginia, la xenophobia, la transfobia, il razzismo e i femminicidi.


Vicino a noi: una marea di persone la mattina a Milano da Largo Cairoli a sotto il Palazzo Lombardia e alle ore 18 ancora da Piazza Duca d’Aosta a Porta Venezia. Diverse sono stati i luoghi dove ci sono state occasioni di mobilitazioni nell’area della città metropolitana per alzare la voce contro i sistemi di oppressione e violenza.


Le donne di 40 Paesi sono unite in questo sciopero internazionale composto non solo da migliaia di organizzazioni femministe ma, in gran parte, da movimenti locali e da donne singole: “Lo Sciopero Internazionale delle Donne è stato creato per tutte le donne e ogni donna ne fa parte”.

“Noi donne non tollereremo più le restrizioni imposte su di noi dai potenti. Siamo unite come non mai nella storia, rappresentiamo più di metà della popolazione su questo pianeta e lotteremo per il bene comune senza fermarci, fino a quando le nostre richieste non verranno realizzate. Chi ci governa non ha risposto alle nostre richieste di diritti, perciò ora deve temerci”.

“Siamo invincibili, siamo ovunque, in ogni angolo del mondo. Perché abbiamo l’arma migliore: la solidarietà”.

E' morto Danilo Mainardi, ecologista e attivista ambientalista.

Ciao Danilo.


"Gigante della scienza, Danilo Mainardi è stato un faro per la cultura italiana e un assoluto punto di riferimento per la Lipu" 

Con queste parole, il Comunicato Stampa della LIPU ha annunciato la sua scomparsa. Il bell' 8 MARZO, grande giornata di lotta delle donne di tutto il mondo, è stato funestato, questa mattina, dalla notizia della morte a Venezia di Danilo Mainardi. Aveva 83 anni. Docente di Biologia e di Ecologia comportamentale, è stato collaboratore del “Corriere della Sera” e noto al pubblico televisivo per la sua partecipazione a diverse puntate di "Quark" e "SuperQuark". Ecologista, divulgatore, attivista ambientalista, per 40 anni a fianco dell’associazione LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) che dal 1996 ne fu presidente.

domenica 5 marzo 2017

8 MARZO: mercoledì iniziativa mondiale, sabato a Paderno Dugnano

Non una di meno” propone un 8 marzo di lotta 

La sfida di uno sciopero
femminista globale




“Niente fiori e cioccolatini, dunque: non abbiamo niente da festeggiare, abbiamo tutto da cambiare! Dopo le straordinarie giornate di mobilitazione che hanno visto milioni di donne nelle piazze di tutto il mondo, dalla Polonia, all’Italia, alla Germania, alla Turchia, dal Brasile all’Argentina, il prossimo 8 marzo sarà l’occasione per riprenderci questa giornata di lotta: sarà SCIOPERO GLOBALE DELLE DONNE. Lanciato dalle donne argentine, ha raccolto l’adesione di oltre 22 Paesi al grido di “Se le nostre vite non valgono, non produciamo”. Differenti luoghi e contesti, analoga condizione di subalternità e violenza per le donne: NI UNA MENOS, allora, non una di meno in piazza, la chiamata rimbalza ai quattro angoli del pianeta: Uniamoci per continuare a lottare!”
______________

A PADERNO DUGNANO, In occasione della "Giornata internazionale della donna", Sabato 11 marzo, ore 20.30, il “Circolo Eco-Culturale LA MERIDIANA” e il “Circolo ARCI Amicizia e Solidarietà di Palazzolo Milanese” propongono uno spettacolo dal titolo:

Racconti al femminile recitati e cantati da donne

con Emilia LEONELLI (attrice) e Micaela CALVANO (cantante e musicista).



mercoledì 1 marzo 2017

I Verdi: Testamento biologico, la politica si faccia sentire

Gianpaolo Silvestri: Lo Stato si ritragga, la politica agisca




“Sollevato da un inferno di dolore non grazie allo Stato”. Di fronte a questa denuncia di Fabiano Antoniani, DJ Fabo, espressa prima di concludere la sua esistenza accompagnato nella morte assistita in Svizzera, “lo Stato si deve ritrarre e con pudore e rispetto accogliere la volontà libera e consapevole espressa e messa in atto", scrive in una nota Gianpaolo Silvestri, responsabile Diritti Civili dei Verdi, che prosegue:

"Si, lo Stato si deve fermare e non interferire, solo prendere atto e sostenere. La politica invece deve agire, presto e decisamente. Da troppo tempo in Italia non si intravede neppure lo straccio del "testamento biologico" e le normative sul "fine vita" sono sempre nelle mani dei medici, magistrati, istituzioni "etiche" e mai del vero soggetto di diritto di parola e decisione: la persona che vive concretamente lo svanire di una vita degna di essere vissuta. Non siamo tra quelli che con facilità inneggiano ad eutanasie e morti volute e/o desiderate: speriamo sempre che cure, assistenza adeguata, calore degli affetti pendano a favore della vita ma mai, mai, ci sostituiremo alla volontà di chi vive sul proprio corpo la tragedia di una inabilità estrema."

"La politica si dia una mossa, con cautela ed attenzione - conclude Silvestri - ma nel rigoroso rispetto di volontà libere e consapevoli."


Fonte originale sito “Federazione dei Verdi”

lunedì 27 febbraio 2017

ELEZIONI PRESIDENZIALI in FRANCIA: la scelta dei VERDI

Il candidato dei Verdi alle presidenziali francesi, Yannick Jadot, si è ritirato e ha dato il suo sostegno a Benoît Hamon, il candidato della sinistra


Il sostegno dei Verdi è dovuto ai 10 punti dell'accordo tra Yannick Jadot e Benoît Hamon che hanno concordato una piattaforma comune




Fra gli impegni di questi 10 punti ci sono: un'uscita progressiva dal nucleare con la chiusura dei reattori durante il primo mandato", l'uscita dai combustibili fossili entro il 2050 con l'obiettivo del 100% di energia rinnovabile, vietare i pesticidi e contemporaneamente incentivare lo sviluppo dell’agricoltura biologica e il biologico nella ristorazione.

Nei 10 punti c’è anche l’abbandono della linea ad alta velocità Lione-Torino (Val di Susa).

Questo accordo ha trasformato Benoît Hamon in un candidato per un’ecologia politica.

Potete leggere il contenuto di questa notizia, coi 10 punti, sulla fonte originale (Le Monde).


sabato 25 febbraio 2017

Mitigazioni ambientali dell'autostrada Rho-Monza

Nuovo sito internet del CCIRM (Comitato Cittadini Rho-Monza) di Paderno Dugnano

INFRASTRUTTURA VERDE

Le mitigazioni ambientali che diventano paesaggio urbano e contrasto all’inquinamento atmosferico e acustico.

Ti invitano a fare una visita al nuovo sito  e a scegliere "Mi Piace" sulla pagina facebook 


sabato 18 febbraio 2017

Gli impegni dei Sindaci sul fiume Seveso

Oggi, sabato 18 febbraio, al termine del Convegno organizzato dal Comune di Bresso 

I Sindaci hanno firmato
il “Patto per la Salvaguardia del Seveso”


 

I Sindaci dei Comuni toccati dal fiume, che hanno partecipato alla riunione nella sala del Consiglio Comunale di Bresso, hanno firmato un patto di impegni comuni, il “Patto per la Salvaguardia del Seveso”. Impegni assunti anche dal Sindaco di Paderno Dugnano.

In verità il nostro Sindaco ha partecipato, anche come oratore, nella prima parte del convegno, poi si è assentato e al momento delle firme non era quindi presente. Ci aspettiamo che firmerà in un secondo momento.

QUESTI gli IMPEGNI ASSUNTI




Ora rimane da vigilare perché gli impegni non rimangano solo sulla carta.

domenica 12 febbraio 2017

Percorso per la salvaguardia del Seveso

Un Seveso pulito e da vivere. Un sogno? 

No, noi ci crediamo


Per la Lista civica 
“Insieme per Cambiare” di Paderno Dugnano, è un obiettivo da raggiungere. Per questo, dal settembre 2014, ha intrapreso diverse iniziative.

Il convegno del Comune di BRESSO del prossimo sabato 18 febbraio,
ci dà lo spunto per fare il quadro delle iniziative già messe in atto a PADERNO DUGNANO dalla Lista civica “Insieme per Cambiare”.

Le iniziative a Paderno Dugnano in ordine di data:

25 Settembre 2014. Salviamo il Seveso ed il suo territorio: Vasche di laminazione del Seveso - Incontro pubblico a Palazzolo Milanese (video prima parte - seconda parte -  terza parte - quarta parte - quinta parte)

26 Novembre 2014. Il Consigliere comunale della Lista civica “Insieme per Cambiare”, Giovanni Giuranna, ha portato in Consiglio Comunale, la richiesta di impegno del Sindaco e della Giunta con questo OdG Seveso e vasche di laminazione sulla bonifica del fiume Seveso e sull’emergenza esondazioni. Poi, vista la disponibilità di condivisione di altri gruppi consigliari, l’OdG è stato mediato e condiviso ottenendo così il risultato dell’approvazione nel Consiglio Comunale del seguente testo: Ordine del giorno Seveso.

10 Maggio 2015
Esplorazione delSevesofiume nostro – Paderno Dugnano, alcuni volontari della Lista civica "Insieme per Cambiare" hanno esplorato una prima parte del fiume Seveso per studiane i problemi e creare un futuro progetto di rinaturalizzazione del fiume.


20 Maggio 2015. Seveso fiume nostro - Video del primo incontro pubblico sul fiume Seveso organizzato dalla lista “Insieme per Cambiare” di Paderno Dugnano.


6 Settembre 2015. Scoprire la Valle del Seveso. Viaggio/escursione a tappe lungo il percorso del fiume, fino alla sorgente. 


27 Settembre 2015. “Puliamo il Mondo”, puliamo il Seveso – La collaborazione di "Insieme per Cambiare" all'iniziativa di Legambiente "Puliamo il Mondo", organizzata a Paderno Dugnano dal Circolo Grugnotorto, per la pulizia di un tratto del Seveso in località Palazzolo Milanese per richiamare l’attenzione, dei cittadini e del Sindaco, sulla necessità di manutenzione, pulizia e di un progetto di rinaturalizzazione del fiume. 


24 Settembre 2016“Puliamo il Mondo”, puliamo il Seveso – Altra giornata dedicata alla pulizia di un tratto del Seveso nell’ambito dell'iniziativa di Legambiente "Puliamo il Mondo". La zona scelta per la pulizia è stata più a sud dell’anno precedente: il tratto di fiume compreso tra la Via Coti Zelati e Via Lungo Seveso, nella zona confinante col Parco del Borghetto a Palazzolo Milanese. Un pomeriggio di sole e di impegno… e il Seveso è più pulito.

venerdì 10 febbraio 2017

Tramvia Milano-Limbiate - Ancora una volta “SALVA IL TRAM”


La tramvia rischia la chiusura

Questa mattina (venerdì 10 febbraio) volantinaggio di cittadini attivi
per salvare la tratta tramviaria Milano-Limbiate.

Anche noi vogliamo il prolungamento della MM3 a Paderno Dugnano, ma crediamo che rimarrà un sogno per parecchi anni, probabilmente rimarrà solo un sogno. Inoltre, qualora in futuro si realizzasse davvero il prolungamento della MM3 fino al Villaggio Ambrosiano, si risolverebbe solo in parte la sostituzione del tram, perché dovrebbe essere mantenuta la parte della tratta dal Villaggio Ambrosiano a Limbiate.

Quindi ora salviamo quello che c’è: la tratta del tram Milano-Limbiate. Anzi, si dovrebbe allungare fino a Solaro per intercettare gli utenti del treno verso Malpensa.

Nonostante tutte le strategie per penalizzare la tramvia, con l’obiettivo di chiuderla, si può osservare che:
  • con l'apertura della fermata Comasina della MM3, Il numero di viaggiatori giornalieri, che era a poco a poco precipitato al minimo storico di 2.500, è arrivato fino a 7.000;

  • la velocità attuale della tranvia Milano-Limbiate è di circa 21 km/h. Il tempo di viaggio in autobus nell'ora di punta è quasi doppio (1 ora contro 35 minuti);

  • la tramvia è già dotata di semafori "asserviti", cioè in cui il tram chiama automaticamente il verde.
Il tram è competitivo rispetto all’autobus e alle auto private, perché viaggia in sede propria e con semafori "asserviti". Riduce l’uso degli altri mezzi di trasporto, privati e autobus, e quindi contribuisce alla diminuzione dell’inquinamento dell’aria che tutti respiriamo.

Segnaliamo su questo argomento, l’articolo del blog della
lista civicaInsieme per Cambiare Paderno Dugnano al lik:



Basta poco seguire l’invito del volantino: un cartoncino (non è necessario che sia rosso) una forbice, un cordoncino e la volontà che il tram Milano-Limbiate continui ad esistere.

sabato 28 gennaio 2017

Dal Parlamento Europeo

OGM 

L'Italia ha votato a favore
di tre nuovi mais transgenici 

Nel comitato UE competente, l'Italia ha votato a favore dell'autorizzazione di tre nuovi mais transgenici. Una vergogna della quale i Ministri Beatrice Lorenzin e Maurizio Martina sono responsabili.



"Tutte le promesse di benessere e tutte le sicurezze date in epoca moderna dalle istituzioni statali nazionali, dai politici e dagli esperti di scienze e tecniche, sono state distrutte. E non c'è più in giro un'istanza che tolga all'uomo le sue nuove paure. Ecco allora che la crisi ecologica ci fa intravedere qualcosa come un senso all'orizzonte, persino la necessità di una politica globale ed ecologica nel nostro agire quotidiano". U. Beck