visite

informativa resa ai sensi dell'art. 13 del Codice pagina: http://www.shinystat.com/it/informativa_privacy_generale_free.html il visitatore potrà negare il proprio consenso all'installazione dei cookie di ShinyStat modificando opportunamente le impostazioni del proprio browser o cliccando sull'apposito link per attivare l'opt-out: http://www.shinystat.com/it/opt-out_free.html.

sabato 21 gennaio 2012

BUONE NOTIZIE PER LA DEMOCRAZIA - CUSANO MILANINO: VINTO IL RICORSO AL TAR - IL REFERENDUM PER DECIDERE SE Sì O NO AL SUPERMERCATO SI FARA'

Dopo aver parlato di Cinisello Balsano e della battaglia che Legambiente, non da ora, sta conducendo per fermare la cementificazione di aree Grugnotorto - Villoresi, ecooci a segnalrvi una buona notizia che riguarda i nostri vicini di Cusano Milanino. 
 
E' stato vinto il ricorso al TAR avanzato dal comitato promotore del referendum NO al Supermercato che si sta battendo da qualche tempo su una vicenda inziata non da ora a Cusano MIlanino. Ne trovate esaudiente resoconto a questo link
Perchè vi raccontiamo anche questa vicenda? Perchè vorremmo fosse chiaro che non è più possibile ragionare solo entro i propri confini quando parliamo di ambiente, salute, flussi di traffico, rapposrti economici... Siamo immersi in un sistema complesso dove ciascuna variabile ha effetto su tutto. 
Scelte adottate nel Comune a fianco, hanno inevitabilmente ripercussioni anche per noi, anche se sono scelte che magari non riguardano il territorio di confine. La domanda è una: perchè si continuano a realizzare strutture commerciali di grande portata in un territorio che è già saturo di questo genere di offerta?
Ricordiamo che a pochi Km ci sono almeno 6 centri di grande distribuzione.
E quindi? Come riutilizzare le aree dismesse? La rispsota, almeno per Cusano Milanino, sta nelle preoccupazione dei sui abitanti legate alle "caratteristiche del territorio comunale ovvero alla sua ridotta estensione (3,11 Kmq), alla quasi totale urbanizzazione, ad una viabilità già molto problematica e congestionata, che la realizzazione in adiacenza all’area della nuova Metrotramvia Milano-Desio renderà ancora più difficile, ed alla presenza di insediamenti residenziali, nel Milanino, con tipologie di fabbricati con giardini che non superano i tre piani fuori terra. Si aggiunga che la stessa Via Unione è interessata dal vecchio “ambito di attenzione ambientale” essendovi affacciati edifici della “Città giardino”, sottoposto a vincolo di tutela di tipo paesaggistico ratificato lo scorso anno da parte della Regione Lombardia"... Non aggiungiamo altro. 
Buon referendum cari cittadini di Cusano Milanino! Se si potesse, voteremmo con voi anche noi!

2 commenti:

  1. gabriele marazzini2 febbraio 2012 18:55

    Ringrazio gli amici di paderno. Anche se non vi conossco personalmente apprezzo molto il vostro sostegno. Abbiamo bisogno proprio di tutti per una campagna che, come prevedibile, ora è tutta in salita.
    Mi permetto una precisazione: il ricorso lo abbiamo presentato non al TAR, ma al tribunale civile di MONZA. Avevamo infatti accolto il suggerimento dell'avv. Dondè che ci aveva proposto di puntare non tanto sulla illegittimità di un atto amministrativo (la delibera del collegio dei garanti che aveva bocciato il referendum come non ammissibile), forse un pò complessa da sostenere a causa del nostro statuto, non proprio lineare al proposito, quanto piuttosto sulla lesione del diritto politico dei cittadini ad esprimersi. E' stata la scelta vincente con la quale l'avvocato ha convinto il giudice. Come qualcuno ha già notato, questa sentenza presenta qualche aspetto innovativo ed apre qualche speranza in più per i comitati come il nostro, visto che negli ultimi anni le cause al TAR circa i referendum comunali erano sempre perse a favore delle amministrazioni.
    Comunque di nuovo grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gabriele per la precisazione.
      Credo sia importante conoscere la vostra esperienza perchè altri possano seguirne l'esempio.
      Crediamo siaimportante anche tenersi in contatto tra quanti hanno a cuore la tutela del territorio, dell'ambiente, della salute...
      Grazie a te e teneteci aggiornati. Saremo ben felici di dare se è possibile il nostro contrinuto e difoondere l'informazione.
      ciao

      Elimina

"Tutte le promesse di benessere e tutte le sicurezze date in epoca moderna dalle istituzioni statali nazionali, dai politici e dagli esperti di scienze e tecniche, sono state distrutte. E non c'è più in giro un'istanza che tolga all'uomo le sue nuove paure. Ecco allora che la crisi ecologica ci fa intravedere qualcosa come un senso all'orizzonte, persino la necessità di una politica globale ed ecologica nel nostro agire quotidiano". U. Beck